About/Esperienza
Werner Altinger disegna e realizza gioielli
Werner Altinger, Gioielli, Oreficeria, Arti Orafe, Gioielli Ponte Vecchio, Modellista, Artigianato Orafo, Orafo, Orafo Firenze, Anelli, Ringe, Orecchini, Earrings, Ohrringe, Collane, Pendenti, Anhaenger, Sepiaguss, Seppia, Goldschmied, goldsmith, Jewelery, Necklaces, Cufflinks, Rings,
21807
page-template,page-template-full_width,page-template-full_width-php,page,page-id-21807,stockholm-core-2.1.8,select-theme-ver-8.1,ajax_fade,page_not_loaded,vertical_menu_enabled, vertical_menu_transparency vertical_menu_transparency_on,,qode_menu_,wpb-js-composer js-comp-ver-6.6.0,vc_responsive

Werner Altinger disegna e realizza gioielli a San Casciano in Val di Pesa, nel “Chianti classico” vicino a Firenze e nella sua città di nascita Wasserburg am Inn, in Germania. Al momento i suoi lavori si possono vedere in diverse mostre in Toscana, sud Germania e Berlino. Dal 2007 Altinger insegna oreficeria presso l`Istituto d’Arte e di Cultura “Lorenzo de’ Medici”, di Firenze.

1994-1996

Apprendistato presso lo studio di oreficeria “Folkerts & Dreissig” a Wasserburg, Germania. Diploma di Oreficeria nella scuola professionale di Monaco di  Baviera.

1997 – Partenza per l’Italia

Altinger parte per Firenze, riceve una borsa di studio per sei mesi e diventa assistente degli insegnanti presso “Le Arti Orafe“, scuola internazionale di oreficeria, fondata da Giò Carbone nel 1985.

Luglio 1997

Altinger si trasferisce a Siracusa, per partecipare alla realizazzione di gioielli fatti con perle e “l`antico corallo di Sciacca”, presso lo studio “Il crogiolo” di Francesco Passanisi e Maria Elena Fazio.

1998 – Ritorno in Toscana

Werner Altinger ritorna a Firenze per lavorare due anni sul famoso Ponte Vecchio presso i gioiellieri “Fratelli Piccini“. Qui, presso l’antico laboratorio sotto il corridoio Vasariano, il giovane tedesco realizza oggetti di alta gioielleria affianco ai maestri Fiorentini Armando Piccini (vincitore della Biennale di Venezia 1936 e del Diamond International Award 1958) e Renzo Bernardoni.

2000 – Libero professionista e proprio laboratorio a Firenze

Altinger apre il proprio studio e diventa libero disegnatore e modellista per diverse case d’oreficeria di Firenze ed Arezzo. Alcuni dei suoi lavori vengono pubblicati  su riviste italiane come “18 karati“, “Glamour” e “L’orafo italiano“.

2006 – Prima collezione personale

Altinger unisce l’esperienza aquisita alla voglia di indipendenza e lancia la sua prima collezione personale. I gioielli creati da un armonioso contrasto tra forme organiche e lineari architetture sono presentati all'”Inhorgenta“, Fiera di Monaco di Baviera e al programma televisivo “Wunderschöne Toskana” (Toscana meravigliosa), del canale tedeso WDR.

La collezione di gioielli in costante crescita di Werner Altinger si può vedere in diverse mostre tra Toscana, sud Germania e Berlino